Dolce al caramello e pesche

Dolce al caramello e pesche

Pensate se le farmacie vendessero dolci, invece di pastiglie, pillole e pomate. In vetrina ci sarebbero crostate, strudel, torte glassate e pie alle carote; sugli scaffali cupcakes, brownies alle noci e pile di cioccolata se ne starebbero in bella mostra, ognuno con il suo cartellino. “Torta alla zucca per guarire dal dolore degli amori non corrisposti: basta una fetta alla mattina; se accompagnata da latte caldo non esagerare con le porzioni”; “mousse alle fragole contro la solitudine, da ingerire rigorosamente a cucchiaiate”; “cioccolato al peperoncino piccante per chi è stato tradito – si torna a camminare a testa alta soltanto dopo l’assunzione costante del prodotto”; “ghiaccioli al limone per chi sente la mancanza di leggerezza nella propria vita”. Ci sarebbe una soluzione ad ogni male: marshmallows per la noia, ciambelle contro l’astinenza prolungata, riso e latte contro le incombenze della quotidianità domestica. E gli effetti collaterali si ridurrebbero a uno solo, salvo qualche reazione allergica ogni tanto: un mal di stomaco, un’indigestione al massimo, una notte in bagno e poi tutto a posto, niente più nausea, niente più solitudine o depressione.

Read more

Torta all’ananas e limoncello

Crema all'ananas

Dritto davanti a te, il Mare del Nord. Sta per piovere e le nuvole si sono accumulate a ovest, una sull’altra come se pesassero e il cielo non potesse più reggere la loro mole acciaio. Alla tua destra, invece, l’orizzonte è sgombro e nitido, perfettamente pulito come un bicchiere di cristallo. Il mare, plumbeo e calmo, si getta sulla riva lasciata esposta dalla bassa marea, con le sue alghe dalle vesciche piene d’acqua salata, con il suo odore di pesci e di sale secco, con i suoi ciottoli e le sue conchiglie. Tu stai lì, una giacca a vento rossa addosso e qualche goccia di pioggia sulla faccia, stai lì in silenzio e osservi, e respiri, e null’altro.

Read more

Insalata di anguria, feta e menta

Insalata di anguria, feta e menta

Quando ti chiedono dove vai in vacanza devi rispondere: “Al mare”. Senza esitazioni è meglio, ovvio. Se rispondi in montagna, no, non va bene. Non parliamo poi dell’eventualità in cui tu abbia programmato un viaggio in un paese più a nord dell’Equatore. L’Austria per favore, la Germania non citiamola neanche. I Paesi Scandinavi potrebbero anche essere belli, ma fa davvero troppo troppo freddo. Se rispondi che vai al mare i volti si rilassano, vuol dire che è tutto a posto. Che sei normale, diciamolo pure. Nulla di strano ti attraversa il cervello.

Read more