Scorze candite e buoni propositi

Scorze d'arancia

I miei propositi sono sempre troppi. Si affastellano gli uni sugli altri, elenchi puntati e numerati, liste di libri da leggere, di canzoni da ascoltare, di ricette da provare, di ristoranti in cui mangiare, di cose da fare, di cose da non fare, di persone da incontrare e di persone da dimenticare. Di anno in anno cerco di imparare quali, di tutti questi, siano quelli che contano davvero, i primi tre propositi da scrivere in maiuscolo e bruciare la notte di Capodanno, sussurrando alla cenere di raggiungere le stelle e di arrivare fin lassù, all’orecchio di chi sta ascoltando nascosto dietro il Grande Carro.

Read more

Tiramisù al tè nero e le cose che restano

Tiramisù al tè

Il cambiamento è bello, dicono tutti. Il cambiamento è vita, dicono i saggi. C’è un mio Maestro che del cambiamento ha fatto la sua filosofia: dice che a lui giocare a scacchi non piace, perché le mosse sono sempre uguali; diverso sarebbe se le mosse cambiassero a ogni partita. Il cambiamento ci fa evolvere, il cambiamento ci rende inventori, innovatori, visionari. Non è un caso, credo, che all’inizio di ogni nuovo anno si voglia dedicare un po’ del proprio tempo a fare bilanci e a immaginare propositi: per cambiare, per diventare persone nuove, persone migliori.

Read more

Croissant fatti in casa

Croissant

Quest’anno ho deciso che i propositi sarebbero stati pochi, sensati. Cose tipo: dormire un po’ di più, andare a yoga una volta alla settimana, trovare il tempo di annoiarmi, coltivare nuove amicizie. Gesti che possano resistere all’usura dei mesi, alle riunioni di metà mattina, alla frenesia di giugno e di dicembre. Gesti che possano incorporarsi nella vita di sempre e diventare abitudini. Ciò non significa, tuttavia, che non si debba pensare in grande, che non si debbano esprimere desideri, oltre che propositi. Io uno l’ho espresso, ma si sa, i desideri non si dicono ad alta voce, non finché non si realizzano. Per i desideri, in fin dei conti, non tutto è in mano nostra: a volte basta aspettare qualche ora, altre, invece, ci vogliono anni. Read more