Cheesecake ai mirtilli (e silenzio)

Cheesecake ai mirtilli

Qualche sera fa c’erano i fuochi, qui a La Loggia City. Li hanno fatti proprio davanti a casa nostra, così che non c’era neanche da infilarsi il vestito bello. Ci siamo sistemati sulle sdraio, io avvolta in una coperta che mi faceva sembrare un Nazgul,(c’era l’arietta fresca, come in montagna), lui con pantaloncini e calze. La gente si è radunata sotto casa, nonni, bambini, ragazze in shorts e mamme con il pancione. E abbiamo aspettato l’inizio.

Read more

Torta rovesciata all’ananas e zenzero

Torta all'ananas

I giorni che precedono le vacanze sono da sempre quelli in cui iniziano a nascere le idee, quelli in cui l’anno passato si congeda per lasciare il posto a giorni nuovi di zecca. L’ho già detto: per me la fine dell’anno coincide con la fine della Scuola, da sempre. Sarà che le scuole non le ho mai lasciate, in fin dei conti: sta di fatto che per me è luglio il momento in cui fare bilanci e progettare nuove idee, agosto è il momento in cui lasciarle riposare, far prendere loro forma, e settembre, bè, settembre è il momento delle scelte e dei nuovi inizi. Ma per ora fermiamoci a luglio, con le sue grigliate come se non ci fosse un domani e i suoi temporali improvvisi.

Read more

Scones panna e marmellata

Scones

Ci sono ragazze che non si spettinano mai, neanche quando arriva il vento e le foglie degli alberi turbinano in vortici secchi e dorati. Hanno i capelli sempre al loro posto, diritti quando vogliono che se ne stiano diritti, ricci solo se hanno deciso che lo diventino. Le loro borse non perdono pezzi di pelle, perché le cambiano prima che diventino vecchie; i loro jeans non si restringono e aderiscono perfettamente al sedere; le loro maglie non sono mai macchiate di sciroppo di mirtillo. Sono le ragazze che neanche il vento spettina, con il mascara che non cola nemmeno dopo pianti a dirotto, con il rossetto che non sbava sui denti, con il passo sicuro e le unghie laccate e ricoperte di brillanti.

Read more

Pasta frolla fatta in casa

Pasta frolla

Ho paura dei ragni, specialmente quelli con il corpo nero e le zampe tozze; ho paura di affogare e degli scivoli ad acqua; ho paura dell’anisakis, del botulino e dei frutti di mare avariati; ho paura delle strade di periferia la sera e dei parcheggi sotterranei; ho paura dell’aids, delle siringhe e degli effetti delle droghe sul cervello; ho paura dei tumori, delle radiazioni e degli ospedali; ho paura delle operazioni chirurgiche e dei prelievi di sangue; ho paura del Blue Tornado a Gardaland e della varicella; ho paura di morire e di partorire; ho paura dei cani, non sempre in modo direttamente proporzionale alla loro taglia; ho paura di perdere chi amo, ma soprattutto di non riuscire a salutare tutti un’ultima volta; ho paura di zecche, pidocchi e altri eventuali parassiti; ho paura di Joker e delle visite mediche. Eppure, in qualche modo, sopravvivo.

Read more

La Torta Bourdaloue

Torta Bourdaloue

Ci sono cose che sembrano impossibili. Tutti ti ripetono che non le realizzerai mai, tutti ti dicono che sono soltanto sogni e che i giorni, quelli che si srotolano uno dopo l’altro nella realtà, bè, sono completamente diversi dagli ideali. Ci sono cose che sembrano impossibili e di solito le cose che sembrano impossibili sono sempre le più belle.

Read more