Zuppa di cavolfiori arrosto e cumino

Zuppa di cavolfiore

È qualche giorno che ragiono sulla questione dei meteoriti. Provate a immaginarvene uno. Sì, uno di quelli grossi, rocciosi, che sfrecciano nelle notti galattiche insieme agli altri detriti stellari e alle sonde dimenticate nello spazio. In realtà, non è che ne sappia poi molto, dei meteoriti, ma se ci penso me li immagino, con una certa approssimazione, come giganteschi pezzi di roccia, volanti e pericolosi. Leggendo wikipedia, fonte di ogni nostro sapere sulla Terra, pare però che un meteorite non sia un semplice pezzo di roccia, ma più precisamente ciò che resta dopo la collisione di un meteoroide con l’atmosfera della terra, collisione che riscalda il meteoroide producendo una scia luminosa: una meteora o una stella cadente.

Read more

Scones panna e marmellata

Scones

Ci sono ragazze che non si spettinano mai, neanche quando arriva il vento e le foglie degli alberi turbinano in vortici secchi e dorati. Hanno i capelli sempre al loro posto, diritti quando vogliono che se ne stiano diritti, ricci solo se hanno deciso che lo diventino. Le loro borse non perdono pezzi di pelle, perché le cambiano prima che diventino vecchie; i loro jeans non si restringono e aderiscono perfettamente al sedere; le loro maglie non sono mai macchiate di sciroppo di mirtillo. Sono le ragazze che neanche il vento spettina, con il mascara che non cola nemmeno dopo pianti a dirotto, con il rossetto che non sbava sui denti, con il passo sicuro e le unghie laccate e ricoperte di brillanti.

Read more

Pasta frolla fatta in casa

Pasta frolla

Ho paura dei ragni, specialmente quelli con il corpo nero e le zampe tozze; ho paura di affogare e degli scivoli ad acqua; ho paura dell’anisakis, del botulino e dei frutti di mare avariati; ho paura delle strade di periferia la sera e dei parcheggi sotterranei; ho paura dell’aids, delle siringhe e degli effetti delle droghe sul cervello; ho paura dei tumori, delle radiazioni e degli ospedali; ho paura delle operazioni chirurgiche e dei prelievi di sangue; ho paura del Blue Tornado a Gardaland e della varicella; ho paura di morire e di partorire; ho paura dei cani, non sempre in modo direttamente proporzionale alla loro taglia; ho paura di perdere chi amo, ma soprattutto di non riuscire a salutare tutti un’ultima volta; ho paura di zecche, pidocchi e altri eventuali parassiti; ho paura di Joker e delle visite mediche. Eppure, in qualche modo, sopravvivo.

Read more

La Torta Bourdaloue

Torta Bourdaloue

Ci sono cose che sembrano impossibili. Tutti ti ripetono che non le realizzerai mai, tutti ti dicono che sono soltanto sogni e che i giorni, quelli che si srotolano uno dopo l’altro nella realtà, bè, sono completamente diversi dagli ideali. Ci sono cose che sembrano impossibili e di solito le cose che sembrano impossibili sono sempre le più belle.

Read more

Di Burgheria ce n’è una sola

Burgheria

Di hamburgher ce ne sono tanti, di Burgheria ce n’è una sola. O meglio, tre, che condividono però la stessa filosofia: hamburgher come quelli americani delle origini, da portar via e addentare per strada o mangiare con più calma in uno dei locali non troppo grandi ma sempre accoglienti, caldi, con vecchi poster e stampe alle pareti. Lo staff è gentile, sorridente, giovane. E gli hamburgher, bè, gli hamburger sono perfetti.

Read more

Ciambelle glassate ai pistacchi

Ciambelle

Ogni scelta è una rinuncia, disse una volta Kierkegaard. No, non era un gran simpaticone e certo guardando il bicchiere non lo vedeva mezzo pieno: ma diceva le cose come stanno, questo è sicuro. A me non piace scegliere. Cioè, non è che non mi piaccia la possibilità di decidere: dopotutto, una scelta implica sempre un’abbondanza, un surplus nel quale affondare come in un piumone invernale. Il problema è che in quel piumone ci si può dormire solo un breve istante o che, peggio ancora, va diviso con altre 112 persone.

Read more