La bellezza si guarda. Il fascino si spoglia.

Bellezza e fascinoChe bellezza e fascino non siano la stessa cosa è abbastanza chiaro, ma in cosa consista esattamente la differenza, bè, questa è un’altra storia.

Mi è capitato di discuterne un giorno d’estate, in piscina con P., che imparerete a conoscere perché senza di lui sarei metà di quel che sono. Cercavamo una definizione, qualcosa che chiarisse a noi stessi cosa cambia nella vita se nasci bello nonostante lo sforzo o se tanto bello non sei, ma ti resta il fascino impigliato al cordone ombelicale e nessuno te lo può più far smarrire. Ecco le conclusioni imperfette e parziali cui siamo giunti tra un tuffo e un gelato.

Read more

E festa sia: profiteroles fatti in casa

DSCN4340

Si tratta dei compleanni. Uno non ci pensa, fino ad un certo punto della vita. Compi 18 anni e festeggi perché non vedevi l’ora di arrivarci, a quella meta: tutti ti fanno gli auguri, i genitori ti pagano patente e birra per la festa. Poi ne compi 19 e festeggi ancora, ovvio, perché il liceo è quasi alla fine. 20 è cifra tonda, un traguardo importante: anche quello vale la pena festeggiarlo. Poi arrivano i 21, i 22, i 23, i 24 e le cose cambiano.

Read more

Le parole perdute

Ci hanno tolto perfino le parole. Le hanno messe in uno di quei sacchi neri dell’immondizia e poi le hanno disperse, tra le lattine di birra e i cartoni della pizza da asporto.

Una parola messa al posto giusto può curare le lacrime, rendere luminoso il sorriso, dare un sapore dolce alla pace; una parola al posto sbagliato può incidere la pelle come un coltellino da campeggio. E una parola mancante, bè, una parola mancante è come un segnale che indica l’assenza, il vuoto, la non possibilità di dire. Ecco, le parole mancanti sono le peggiori e quelle per il sesso ce le hanno tolte tutte, o quasi.

Read more

Île flottante: il cambiamento più dolce

DSCN4149

Ci sono due tipi di cambiamento. Uno è lento, appena percepibile per uno sguardo troppo abituato a quello che vede: talmente invisibile che quando ti accorgi che qualcosa è cambiato sembra addirittura sia accaduto tutto in un secondo. L’altro è il cambiamento all’improvviso sul serio, quello che ti prende per i piedi, ti appende a testa in giù e ti fa vedere il mondo all’incontrario: tu cerchi di tornare a guardarlo con gli occhi di prima, ma ti accorgi che il cambiamento ti ha legato le caviglie e non puoi più tornare indietro.

Read more

Quattro chiacchiere sul sesso

01_quattro-chiacchiere-sul-sesso

Del sesso si parla in due modi: volgarmente, oppure non se ne parla affatto. Sembra strano, in effetti, ma nonostante di sesso si parli in continuazione, in realtà non se ne parla mai davvero,non in un normale discorso, come quando raccontate che vi si è rotta la lavatrice e che vi piace tanto la pasta allo scoglio, ma che i formaggi erborinati proprio non li digerite.

Read more

Dolci alla zucca di febbraio

14_dolci-alla-zucca

Facciamo così: prendiamo una zucca e un giorno di febbraio.

Sì, anch’io pensavo che le zucche ci fossero solo ad ottobre, ma poi ho scoperto che è un po’ come pensare che il mare ci sia solo ad agosto. A noi serve una zucca tonda e dolce, con la polpa soda come il seno di una ragazza: non è necessario che sia troppo grande, ma è necessario che non sia di quelle con la polpa filamentosa, che perdono acqua quando le cuoci. Per quanto riguarda febbraio, scegliete uno di quei giorni in cui il cielo si sveglia pulito e brillante come una porcellana azzurra; uno di quei giorni in cui se non facesse freddo sembrerebbe primavera.

Read more