Le parole perdute

Ci hanno tolto perfino le parole. Le hanno messe in uno di quei sacchi neri dell’immondizia e poi le hanno disperse, tra le lattine di birra e i cartoni della pizza da asporto.

Una parola messa al posto giusto può curare le lacrime, rendere luminoso il sorriso, dare un sapore dolce alla pace; una parola al posto sbagliato può incidere la pelle come un coltellino da campeggio. E una parola mancante, bè, una parola mancante è come un segnale che indica l’assenza, il vuoto, la non possibilità di dire. Ecco, le parole mancanti sono le peggiori e quelle per il sesso ce le hanno tolte tutte, o quasi.

Read more

Île flottante: il cambiamento più dolce

DSCN4149

Ci sono due tipi di cambiamento. Uno è lento, appena percepibile per uno sguardo troppo abituato a quello che vede: talmente invisibile che quando ti accorgi che qualcosa è cambiato sembra addirittura sia accaduto tutto in un secondo. L’altro è il cambiamento all’improvviso sul serio, quello che ti prende per i piedi, ti appende a testa in giù e ti fa vedere il mondo all’incontrario: tu cerchi di tornare a guardarlo con gli occhi di prima, ma ti accorgi che il cambiamento ti ha legato le caviglie e non puoi più tornare indietro.

Read more

Quattro chiacchiere sul sesso

01_quattro-chiacchiere-sul-sesso

Del sesso si parla in due modi: volgarmente, oppure non se ne parla affatto. Sembra strano, in effetti, ma nonostante di sesso si parli in continuazione, in realtà non se ne parla mai davvero,non in un normale discorso, come quando raccontate che vi si è rotta la lavatrice e che vi piace tanto la pasta allo scoglio, ma che i formaggi erborinati proprio non li digerite.

Read more

Dolci alla zucca di febbraio

14_dolci-alla-zucca

Facciamo così: prendiamo una zucca e un giorno di febbraio.

Sì, anch’io pensavo che le zucche ci fossero solo ad ottobre, ma poi ho scoperto che è un po’ come pensare che il mare ci sia solo ad agosto. A noi serve una zucca tonda e dolce, con la polpa soda come il seno di una ragazza: non è necessario che sia troppo grande, ma è necessario che non sia di quelle con la polpa filamentosa, che perdono acqua quando le cuoci. Per quanto riguarda febbraio, scegliete uno di quei giorni in cui il cielo si sveglia pulito e brillante come una porcellana azzurra; uno di quei giorni in cui se non facesse freddo sembrerebbe primavera.

Read more

Cioccolato e perle

02_avorio e rosa

Cavarsela, secondo me, ha molto a che fare con il cibo e con il sesso. Qualcuno direbbe che forse ha molto più a che fare con quanto ci s’impegna, o con quanta fortuna cade dal cielo. Sono d’accordo, ma non credo basti. Senza cibo, senza del buon cibo, non c’è nulla che resista; neanche la vita stessa, a dire il vero. E senza sesso, senza del buon sesso, certo si può resistere, ma è tutta un’altra cosa.

Read more