Cupcakes al miele e limone

Cupcaks al miele e limone

Marzo è il mese degli inizi. Non quelli carichi di aspettative di gennaio, dopo le abbuffate e i desideri per un anno migliore. Non si tratta di diete, né di fare palestra tutte le settimane. Si tratta, piuttosto, di proseguire su un sentiero già in parte tracciato, con addosso la certezza che le giornate si stanno allungando, che sui cigli delle autostrade spuntano i non-ti-scordar-di-me, che i cespugli in città si riempiono di gemme rosa, che le primule nei campi bucano la terra scura e che è tempo di vangare il terreno per seminare erba verde come quella dei film americani. Si tratta degli inizi inestricabilmente legati al respiro della natura, al ciclo delle stagioni, al sapere che dopo ogni inverno ci sarà un’altra primavera, un altro sole, un altro momento per indossare le gonne leggere e le sciarpe di seta. Si tratta dell’anticipazione, del pregustare.

Qui in Don Caranzan abbiamo deciso che è ora di dedicarsi al verde. Abbiamo una striscia di terra appena sufficiente per un orto, che in confronto alla Casa Grande, quella dei miei, bè, fa un po’ sorridere. Tuttavia, è terra pronta per crescere fiori. Così, il vichingo si è messo a vangare. Siamo anche tornati a Ikea, dopo una sana astinenza di qualche mese, questa volta a caccia di piantine da mettere negli angoli spogli della casa e a me è venuto in mente che, in primavera, sarebbe bello che la mansarda si riempisse di piante e di fiori, verde ovunque, buganvillee sul divano e glicine dietro la televisione, budleie accanto alle poltrone e vasi di margherite giganti vicino al tavolino del tè. C’era un film degli anni ’90 con Gerard Depardieu e Andie MacDowell, “Green Card”, dove lei possiede un attico che in realtà è una serra. Ecco, una cosa così. Tipo che al mattino ti svegli e prima di aver finito di bagnare tutte le piante è già ora di preparare pranzo. Comunque, per ora di piantine in casa ne abbiamo due e la mansarda è ancora in attesa. Così come il giardino, che aspetta di essere vangato tutto, che attende di diventare verde, di essere casa per fiori e farfalle e meraviglie.

A volte penso che il tempo passi troppo in fretta. Che le cose cambino troppo velocemente. Che 9 mesi di matrimonio siano scivolati via come l’acqua nei ruscelli e che non ne resti altro che un pulviscolo color pastello. Che i miei 18 anni siano lì dietro l’angolo e invece l’angolo più vicino è quello dei 30. Poi, però, arriva la primavera. E mi ricordo che il tempo, in fin dei conti, non passa mai. Che gli inizi tornano sempre. Che c’è sempre un’altra possibilità, un’altra occasione. Per vangare il terreno, per comprare una pianta, per trasformare una mansarda in una serra. Per innamorarsi, di nuovo, della stessa persona, di una persona diversa. Per ricominciare. Come se fosse un nuovo inizio. Come se il tempo non passasse affatto. Come se fosse solo un immenso girare e rigirare, con il verde che riveste la terra ancora e ancora. Come se fosse una di quelle magie in cui credevamo quando eravamo bambini e in cui, forse, dovremmo credere ancora.

Cupcaks al miele e limone

I cupcakes al miele e limone sono quelli delle fate, perfetti per un picnic in una radura incantata, tra margherite e farfalle colorate d’oro e di ametista. Hanno il gusto delle cose leggere: della luce, dei baci dati in fronte o in punta di piedi sotto le begonie, del primo giro dell’anno in bicicletta, di un girotondo con tulipani tra i capelli, del sorriso di un bambino che dice mamma. Sono il dolce giusto per celebrare l’arrivo della primavera e quello dei nuovi (o sempre eterni) amori.

Cupcaks al miele e limone

Per prepararli servono magie semplici. Mescolare polveri di stella: farina, lievito, bicarbonato, sale. Sciogliere il burro a fuoco lento, come si scioglie il cuore sotto uno sguardo: far cuocere fino a quando non prende un colore dorato e non inizia a scoppiettare. Brunito, avrà l’odore delle nocciole e dei colpi di fulmine. Un consiglio: usate una pentola dal fondo bianco. Sarà più facile notare quando cambia colore e quando è il caso di toglierlo dal fuoco. Il troppo stroppia sempre, anche in amore. Lasciate raffreddare in una ciotola a parte.

Cupcaks al miele e limone

A questo punto la magia più bella, quella che trasforma: mescolate con una frusta il burro, lo zucchero, la scorza di limone e il miele. Aggiungete le uova, una alla volta. Nell’aria aleggerà il profumo dolciastro degli amori in attesa di risposta: non temete. La risposta arriverà aggiungendo le polveri di stella. Farina e lievito, fino a quando liquidi e solidi non si ameranno alla follia. Aggiungete il latticello (niente paura, si può fare in casa con un po’ di latte e limone, ci vogliono cinque minuti di orologio), il succo di limone e la vaniglia. Mescolate ancora: le migliori magie profumano sempre di buono.

Cupcaks al miele e limone

Dividete l’impasto negli stampini per cupcakes e infornate per una ventina di minuti (anche per le magie ci vuole pazienza!). Per capire se sono pronti, il solito trucco dello stuzzicadenti funziona che è una meraviglia.

Cupcaks al miele e limone

Nel frattempo, preparate la glassa, il vero tocco magico, ciò che trasforma un semplice dolce in un dolce da fata. Prima di tutto mescolate il formaggio cremoso e il burro: è importante che siano a temperatura ambiente, a meno di voler fare palestra casalinga.

Cupcaks al miele e limone

Aggiungete il miele, la vaniglia, il sale. Il profumo della primavera in una ciotola. Limone perché ci vuole luce. E zucchero a velo, perché la magia sta nelle cose impalpabili e finissime.

Cupcaks al miele e limone

Mescolate aggiungendo un po’ di latte, fino a quando la glassa non sarà liscia e morbida. Glassate i cupcakes con la sac à poche, prendendovi il tempo giusto, quello che serve a trasformare un amore passeggero in un amore che dura anni. E che torna sempre, ogni primavera.

Cupcaks al miele e limone

Cupcakes al miele e limone
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Autore:
Serves: 24 cupcakes
Ingredienti
  • 390 gr di farina
  • 7 ½ gr di lievito
  • 5 gr di bicarbonato
  • 5 gr di sale
  • 255 gr di burro
  • 1 cucchiaio di scorza di limone
  • 85 gr di miele
  • 4 uova (grandi)
  • 150 ml di latte
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • 115 gr di formaggio cremoso, a temperatura ambiente
  • 170 gr di burro, a temperatura ambiente
  • 55 gr di miele
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di scorza di limone
  • 1 cucchiaio e ½ di succo di limone
  • 350/400 gr di zucchero a velo
  • ½ cucchiai di latte
Procedimento
  1. Per prima cosa riscaldate il forno a 180° e preparate la teglia per cupcakes imburrandola o rivestendola con l’apposita carta.
  2. In una ciotola di medie dimensioni mescolate la farina, il lievito, il bicarbonato e il sale.
  3. Sciogliete il burro a fuoco lento in un pentolino dal fondo chiaro: cuocete fino a quando non prende un colore dorato e non inizia a scoppiettare, per 3 minuti circa. Abbassate la fiamma e lasciate cuocere ancora per 3 minuti circa, fino a quando il burro non acquista un aroma di nocciola e la parte solida del grasso non è brunita. Trasferite immediatamente in una ciotola e lasciate raffreddare.
  4. A questo punto mescolate con una frusta il burro, lo zucchero, la scorza di limone e il miele. Aggiungete le uova, una alla volta. Aggiungete metà della farina, incorporate e aggiungete ciò che resta. Aggiungete il latticello, 2 cucchiai di succo di limone e la vaniglia. Mescolate ancora.
  5. (Per fare il latticello in casa è sufficiente che lasciate riposare per 5 minuti il latte e 1 cucchiaio di succo di limone. Otterrete un latte denso, grumoso. Voilà, latticello hand-made!).
  6. Dividete l’impasto negli stampini per cupcakes e infornate per una ventina di minuti. Lasciate raffreddare nella teglia per altri 20 minuti circa, prima di trasferire i cupcakes su una gratella a raffreddare completamente, pronti per essere glassati.
  7. Nel frattempo, preparate la glassa. Prima di tutto mescolate il formaggio cremoso e il burro fino a quando non saranno bene amalgamati. Aggiungete il miele, la vaniglia, il sale. Mescolate ancora. Aggiungete scorza e succo di limone. Per finire lo zucchero a velo, gradualmente, facendo attenzione a non farlo uscire dalla ciotola mescolando. Alternate aggiungendo un po’ di latte, a seconda della consistenza desiderata. La glassa dovrà essere densa ma spalmabile, liscia e morbida. Infine, glassate i cupcakes, una delle meraviglie della vita e della primavera.
 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: