Torta rovesciata all’ananas e zenzero

Torta all'ananas

I giorni che precedono le vacanze sono da sempre quelli in cui iniziano a nascere le idee, quelli in cui l’anno passato si congeda per lasciare il posto a giorni nuovi di zecca. L’ho già detto: per me la fine dell’anno coincide con la fine della Scuola, da sempre. Sarà che le scuole non le ho mai lasciate, in fin dei conti: sta di fatto che per me è luglio il momento in cui fare bilanci e progettare nuove idee, agosto è il momento in cui lasciarle riposare, far prendere loro forma, e settembre, bè, settembre è il momento delle scelte e dei nuovi inizi. Ma per ora fermiamoci a luglio, con le sue grigliate come se non ci fosse un domani e i suoi temporali improvvisi.

Read more

Pie alle ciliegie

Pie alle ciliegie

C’è un momento per ogni cosa. Ad esempio, per andare in vacanza in tenda. Noi il nostro momento l’abbiamo avuto: partivamo carichi come tartarughe, mangiavamo insalate di pomodoro per settimane, festeggiavamo le serate speciali con un avocado o, al massimo, mezza pizza a testa; viaggiavamo in treno, in metro, in autobus, camminavamo tanto, ci svegliavamo presto per la luce che filtrava dentro e i rumori dei bambini pazzi; dopo una settimana avevamo le schiene doloranti ma non importava, perché eravamo io e te, eravamo a Parigi, e l’insalata di pomodori pareva davvero il lusso più grande, come il nostro giovanissimo amore.

Read more

Dolcetti al miele e camomilla (ovvero: 26 cose che ho imparato)

Dolcetti miele e limone

Per questo compleanno avevo in mente una torta a tre strati. Tipo questa, ma con il sapore del miele e del limone, come una primavera tra i gelsomini. A volte, però, – anzi, piuttosto spesso – le cose non prendono l’esatta piega che il ferro da stiro vorrebbe, ma si stiracchiano e stropicciano. E così la glassa non si addensa, cola ovunque tranne che sulla torta, e l’ultimo strato collassa, rompendosi in quattro e assumendo l’aspetto di un immenso blob, tipo una colata lavica in Islanda. Capita. Non nascondo che lì in mezzo ci siano state urla e strepiti, ma alla fine non resta che prendere la torta, ridurla in pezzetti, metterla in una teglia di dimensioni cosmiche, ricoprirla di glassa, riempirla di candeline sbilenche e offrirla a amici e parenti comprensivi che si fidino nonostante l’aspetto precario. Certo, magari questa volta niente Instagram, perché si sa, i social vogliono solo il lato bello della medaglia.

Read more

Torta alla birra e cioccolato

Torta alla birra e cioccolato

Ogni tanto ci penso, a cosa significhi davvero essere felici. Mi chiedo, come hanno fatto in tanti prima di me, se abbia davvero a che fare con il conto in banca. E mi dico, come hanno fatto in tanti prima di me, che di certo un bell’assegno aiuta. Poi, però, penso a ciò che amo davvero: un vichingo silenzioso e calmo, nato per sbaglio in Piemonte; leggere e scrivere mentre fuori piove; camminare tra gli alberi; cucinare torte, impastare impasti, assaggiare dolci.

Read more

Crumble Pie alle pere (e altre 23 cose da fare prima che arrivi Natale)

crumble, pie, pere, natale

Ci sono attese in cui non vorremmo mai restare intrappolati: quella in pronto soccorso, senza riuscire a pensare ad altro che al peggio; quella dal dentista, nell’odore intenso del chiodo di garofano; quella di chi amiamo quando è in ritardo; quella di una chiamata che avrebbe dovuto arrivare e invece non arriva.

Poi, per fortuna, ci sono le attese belle: quella di un bambino che deve nascere e brillare nel mondo; quella di un matrimonio in mezzo ai fiori, sotto un cielo limpido e un sole di giugno; quella di un amico che torna da lontano; quella della temperatura perfetta per abbandonare i collant e indossare abiti alla Marylin Monroe; quella della nuova stagione di Grey’s Anatomy; quella del Natale.

Read more