Pie al burro d’arachidi

Pie al burro d'arachidi

In questi giorni, penso spesso ai privilegi. No, non dico quelli dei politici, quelli delle élite e delle caste di cui si discute così tanto sui giornali. Sto pensando, in realtà, a una forma di privilegio più alla portata di tutti. Sto pensando a una forma di privilegio di cui non ci accorgiamo e che in questi ultimi tempi invece noto sempre più spesso. Sto pensando al privilegio della bellezza, della calma, di una relazione che ci faccia sentire a casa, di un’amicizia che ci accolga. Sto pensando a privilegi che tutti noi attraversiamo, giorno dopo giorno, senza rendercene quasi conto. Read more

Torta Minneapolis alle zucchine

Torta Minneapolis alle zucchine

Le temperature si stanno abbassando, per strada ho visto qualche foglia cadere e presto ricomincerò a bere il tè delle cinque e a passeggiare con cappotto e stivaletti. Ho sempre amato le stagioni per il semplicissimo fatto che amo vederle cambiare, transitare dal sale nei capelli alla neve sulle ciglia, con tutta la ricchezza che quel cambiamento porta con sé ogni volta, sotto forma di ciambelloni o di ghiaccioli alla menta. E così, in questi giorni di transizione dalle lenzuola alle coperte, non posso fare a meno di pensare al cambiamento.

Read more

Crêpes ai semi di papavero e mirtilli

Crêpes ai mirtilli

Se avessi migliaia di milioni di euro, tutte le migliaia di milioni di euro che ti renderebbero non ricco – ricchissimo, che cosa ci faresti, con tutti quei soldi? Compreresti un’isola? O un jet privato? Vestiresti sempre Valentino? Indosseresti collane di diamanti e rolex? Se potessi avere tutti i soldi che hai sempre sognato, quelli che ti garantirebbero di vivere senza dover lavorare, cosa faresti, al pomeriggio? La risposta pare scontata, ma provate a farvi sul serio la domanda: provate a rifletterci per un attimo e a rispondervi con un pizzico di sincerità. Cosa fareste, se foste ricchi?

Read more

Pie alle pesche e lamponi (e l’arrivo dell’estate)

Pie alle pesche e lamponi

Ho sempre amato le stagioni, il loro ciclico ripetersi, tornare e andarsene. Ho sempre pensato che a starmene tutta la vita in un’eterna estate mi mancherebbero la cioccolata calda e gli abbracci sotto il piumone, e che a furia d’inverno la malinconia per gonne e ghiaccioli diventerebbe struggimento. Il bello dei cicli è che scandiscono un ritmo, un passo di danza cui è bello arrendersi, un ballo che in qualche modo segue il ripetersi del nostro respiro, del nostro battito, del nostro corpo. Ho sempre amato i ritmi, quelli che ci connettono con le pause, con le riprese, con il naturale progredire delle cose.

Read more

Torta di compleanno fragole e panna (ovvero: 28 cose che ho imparato)

Torta di compleanno panna e fragole

Le torte di compleanno, quelle tutte panna e bellezza, sono un regalo che facciamo a noi stessi. Sono un modo di offrirci una pausa da ciò che è utile, da ciò che è necessario, dalla pasta al pomodoro e dalle mele; sono un modo per onorare lo straordinario, quell’unico giorno all’anno in cui siamo protagonisti perché, guarda un po’, è il giorno in cui abbiamo deciso di incominciare a danzare su questa meravigliosa e incomprensibile terra. Le torte di compleanno sono un fuoco d’artificio, uno stupendo esagerare senz’altra ragione che quella più giusta di tutte: celebrare la vita, celebrare un piccolo miracolo, celebrare noi che quaggiù ci dibattiamo istante dopo istante e ci meritiamo tutta la panna del mondo, tutto lo zucchero, tutti gli strati, tutte le fragole.

Read more

Cheesecake alle fragole

Cheesecake alle fragole

Non sarebbe male, di tanto in tanto, scostare le tende che nascondono i nostri acquari interiori e scoprire se li abitano pesci rossi, squali o stelle marine. Ci crediamo tutti così forti, a osservarci di sfuggita: guardiamo gli altri e vediamo che sorridono, che vanno avanti a passo spedito, che sanno quel che devo fare e che non barcollano mai, neanche quando il terreno sembra cedere e creparsi come durante un terremoto; guardiamo gli altri e crediamo che siano felici, che siano calmi e tranquilli, che siano sempre e comunque meglio di noi.  Quanto sarebbe bello, invece, poter dare un’occhiata dentro ai loro acquari.

Read more