Andrea Giuseppucci e il futuro oltre

Andrea Giuseppucci
Ph Andrea Moretti

Mi è sempre piaciuto chi non si arrende. Mi sono sempre piaciute le storie di chi ce la fa non perché sia stato facile, ma perché non si è arreso. Mi piacciono quelle storie di gente che combatte e realizza i sogni perché non smette di crederci, nonostante tutto. Sì, quelle storie anche un po’ cliché, alla Walt Disney, che però a volte accadono. E mi piacciono soprattutto quando non si tratta di gente speciale, ma di gente qualunque, come me, te, noi, solo che invece di accontentarsi ha deciso di chiedere di più, di chiedere di meglio, di continuare a desiderare che le cose cambino. E, alla fine, le cose cambiano davvero.

Read more

Magorabin: sul fare e sull’essere (chef)

Magorabin

Entrare al Magorabin di mattina fa uno strano effetto: come entrare in un tempio sapendo che ci saranno i monaci ad accoglierti. Il monaco in questione si chiama Marcello Trentini: una vita dedicata al cibo, questa la sua vocazione. Tanto che alla richiesta “Ma tu, se non avessi fatto lo chef, che cosa avresti voluto fare?” lui risponde: “Io non ho fatto lo chef, io sono uno chef.”. E l’odore di gamberi si trasforma immediatamente in quello dell’incenso.

Read more

La bellezza si guarda. Il fascino si spoglia.

Bellezza e fascinoChe bellezza e fascino non siano la stessa cosa è abbastanza chiaro, ma in cosa consista esattamente la differenza, bè, questa è un’altra storia.

Mi è capitato di discuterne un giorno d’estate, in piscina con P., che imparerete a conoscere perché senza di lui sarei metà di quel che sono. Cercavamo una definizione, qualcosa che chiarisse a noi stessi cosa cambia nella vita se nasci bello nonostante lo sforzo o se tanto bello non sei, ma ti resta il fascino impigliato al cordone ombelicale e nessuno te lo può più far smarrire. Ecco le conclusioni imperfette e parziali cui siamo giunti tra un tuffo e un gelato.

Read more

Le parole perdute

Ci hanno tolto perfino le parole. Le hanno messe in uno di quei sacchi neri dell’immondizia e poi le hanno disperse, tra le lattine di birra e i cartoni della pizza da asporto.

Una parola messa al posto giusto può curare le lacrime, rendere luminoso il sorriso, dare un sapore dolce alla pace; una parola al posto sbagliato può incidere la pelle come un coltellino da campeggio. E una parola mancante, bè, una parola mancante è come un segnale che indica l’assenza, il vuoto, la non possibilità di dire. Ecco, le parole mancanti sono le peggiori e quelle per il sesso ce le hanno tolte tutte, o quasi.

Read more

Quattro chiacchiere sul sesso

01_quattro-chiacchiere-sul-sesso

Del sesso si parla in due modi: volgarmente, oppure non se ne parla affatto. Sembra strano, in effetti, ma nonostante di sesso si parli in continuazione, in realtà non se ne parla mai davvero,non in un normale discorso, come quando raccontate che vi si è rotta la lavatrice e che vi piace tanto la pasta allo scoglio, ma che i formaggi erborinati proprio non li digerite.

Read more

Cioccolato e perle

02_avorio e rosa

Cavarsela, secondo me, ha molto a che fare con il cibo e con il sesso. Qualcuno direbbe che forse ha molto più a che fare con quanto ci s’impegna, o con quanta fortuna cade dal cielo. Sono d’accordo, ma non credo basti. Senza cibo, senza del buon cibo, non c’è nulla che resista; neanche la vita stessa, a dire il vero. E senza sesso, senza del buon sesso, certo si può resistere, ma è tutta un’altra cosa.

Read more