Bignè fatti in casa al lemon curd

Bignè al lemon curd

Mi mancherebbe la certezza che tu sei nell’altra stanza; mi mancherebbe il tuo bacio la mattina, il vassoio che mi porti a letto la domenica, con Robinson che profuma di carta e il caffè d’orzo. Mi mancherebbero le nostre chiamate in auto, all’ora di pranzo, anche se fa caldo e vorrei aprire tutto, ma se apro i finestrini tu non mi senti. Mi mancherebbe aspettarti dalle cinque in poi, come la volpe aspetta il Principe. Mi mancherebbe il rumore delle tue chiavi. Mi mancherebbe il profumo di erbe che porti dentro casa quando arrivi dal lavoro. Mi mancherebbero i tuoi “Stai tranquilla”, qualunque sia la domanda. Mi mancherebbero le nostre passeggiate nella nebbia fitta di novembre, quelle che non vorresti fare ma fai comunque; e poi mi mancherebbero quelle di primavera, con le gonne svolazzanti e le t-shirt aderenti.

Mi mancherebbero i tuoi baci morbidi e lenti e i tuoi abbracci calmi. Mi mancherebbe tagliare le verdure mentre tu metti su il brodo. Mi mancherebbe scegliere la stessa cosa dal menù, senza nemmeno esserci messi d’accordo. Mi mancherebbe il tuo sguardo quando provo un vestito nuovo. Mi mancherebbe rubarti le tue maglie troppo grandi. Mi mancherebbe ballare come pazzi nello studio. Mi mancherebbe sentire la tua risata quando invento una canzone sciocca, tipo quella che cantavamo in Scozia e che faceva “piscutam param pa pam pam parimpari puscatum catum”. Mi mancherebbe il tuo attendere la pioggia, sempre. Mi mancherebbe guardare Grey’s Anatomy sotto le coperte, mi mancherebbero le nostre tisane e i nostri gelati al fiordilatte e menta. Mi mancherebbero i giri in bicicletta e tu che freni per non mettermi paura quando facciamo gli scivoli ad acqua. Mi mancherebbero le nostre strette di mano per dirci quello che non possiamo dirci quando gli altri guardano.

Bignè al lemon curd

Sono fatta così: un prurito diventa scabbia, un lieve mal di gola tubercolosi. Tu lo sai, pazientemente aspetti che passi e che arrivi una paura diversa, da aggiungere alla lista delle numerose malattie o catastrofi immaginarie che mai sono avvenute. E, volta dopo volta, mi ripeti “Stai tranquilla”. Io, però, un paio di settimane fa tranquilla non riuscivo proprio a stare, e a guardarti mi veniva in mente che, dopotutto, avrei potuto anche accettare di morire senza aver scalato la montagna più alta, ma non di morire senza aver vissuto almeno altri 150 anni con te.

Poi, come sempre, hai avuto ragione. Io sono ancora qui, ad ascoltare il rumore delle tue chiavi quando arrivi. Ma ho pensato che valesse comunque la pena ricordarsene, di tutte quelle piccole cose che mi sarebbero mancate, di tutte quelle piccole cose che mi mancherebbero, senza di te. E, comunque, come dice Cristina a Burke in Grey’s Anatomy: “Per favore, non morire.” “Farò del mio meglio”, lui risponde.

P.S. Tra le cose che mi mancherebbero di più, ci sarebbe anche il tuo sorriso quando arrivi a casa e io ho preparato un dolce. Specialmente quando è un dolce speciale, come questi bignè ripieni di crema al limone.

Bignè al lemon curd

D’accordo, non è uno di quei dolci che si preparano con una ciotola e dieci minuti di tempo. É piuttosto uno di quei dolci che richiedono coraggio e un poco di incoscienza per tuffarsi a capofitto nell’impresa come ci si tuffa nella vita. Ma, credetemi, ne vale la pena: sono perfetti per festeggiare la primavera, perfetti per festeggiare l’evento speciale del trovarci qui ed ora, insieme, a respirare e sorridere e aspettarci a vicenda come la volpe aspetta il Principe.

Ora, primo disclaimer per convincervi a preparare i bignè fatti in casa: con la pasticceria non si scherza. Ma in questo caso non servono misurazioni complicate e procedimenti folli: semplicemente, ci vogliono tempo e pazienza. Se disponete di entrambi, il gioco è fatto. Secondo disclaimer per convincervi, più invitante del primo: una volta sfornati, avrete bignè che neanche Luca Montersino; e, una volta addentati, vi sembrerà di aver dato un morso alla primavera, croccante fuori, leggera e morbidissima dentro, fresca, dolce, come i boccioli dei fiori sugli alberi, acidula quel poco che basta a ricordarci il colore del sole la mattina.

Bignè al lemon curd

Ma andiamo con ordine. Per prima cosa bisogna preparare il lemon curd, che tra l’altro è una crema buonissima che si può usare per farcire crepes, tartine, crostate o scones. Grattugiate scorza di limone come se non ci fosse un domani (limoni non trattati, mi raccomando): poi mescolatela allo zucchero con la punta delle dita, fino a quando non avrete liberato gli oli essenziali e lo zucchero non avrà assunto il colore dell’oro pallido.

Aggiungete il succo di limone, le uova, il sale, mescolate bene e poi aggiungete anche il burro tagliato in piccoli cubetti.

Ora versate la crema in un pentolino e fate a cuocere a bagnomaria per una decina di minuti, mescolando continuamente. Il burro si scioglierà e poi, piano piano, vedrete la crema addensarsi. Non dimenticatevela sul fuoco o rischierete che si bruci o raggrumi in men che non si dica. Quando sarà color della sabbia in estate e densa a sufficienza, quasi come un budino, toglietela dal fuoco e lasciate raffreddare in frigorifero. Se volete semplificarvi le cose, il lemon curd può essere preparato senza problemi il giorno prima. Et voilà, avete superato il primo ostacolo.

Bignè al lemon curd

Ora tocca ai bignè, che all’inizio intimidiscono, ma che in realtà sono buoni amici di ogni aspirante pasticciere. In una pentola mettete l’acqua, lo zucchero, il sale e il burro: portate a bollore e poi abbassate la fiamma. Questo è il momento di aggiungere la farina e di mescolare vigorosamente con un cucchiaio di legno: avete presente quando preparate il roux per la besciamella? Ecco, si tratta dello stesso procedimento, ma in grande. Per chi non ne sapesse nulla di roux e salsa besciamella, mettete semplicemente un po’ di energia nel mescolare la farina, che tenderà immediatamente a raggrumarsi ma poi si lascerà conquistare dal burro e formerà una pasta densa e lucida che si staccherà dalle pareti della pentola, domata e perfetta.

Bignè al lemon curd

Lasciate che l’impasto si raffreddi leggermente e poi aggiungete le uova, una alla volta. E qui viene il difficile: le uova sgusceranno nell’impasto, che si dividerà in pezzi lucidi e del tutto disomogenei. Non vi scoraggiate, continuate a mescolare con forza: ad un certo punto, improvvisamente, le uova si amalgameranno al composto, che prenderà il colore delle spighe di grano e la consistenza del cemento armato. Olio di gomito e pazienza: ecco come si vince, in pasticceria.

Bignè al lemon curd

A questo punto vi siete conquistati la parte divertente: mettere l’impasto nella sac à poche con il beccuccio liscio e dare forma ai bignè. Qualche trucco? Lasciate un po’ di spazio tra un bignè e l’altro, gonfieranno a dismisura. E cercate di fare bignè di uguali dimensioni, in modo che cuociano all’incirca nello stesso modo.

Bignè al lemon curd

Infornate per una decina di minuti, poi girate la teglia e lasciate ancora in forno una quindicina di minuti. Quando aprite il forno, sia a metà cottura che alla fine, attenzione a farlo gradualmente, o i bignè si sgonfieranno e perderanno tutto il loro maestoso orgoglio. Vederli gonfiare, tra l’altro, è uno dei piaceri della vita: non privatevene e sbirciate quanto basta durante la cottura.

Bignè al lemon curd

Mentre i bignè cuociono, potete preparare la crema al limone. Sarà sufficiente montare la panna e incorporarla delicatamente al lemon curd. Unico accorgimento: attenti a non mangiarvene la metà, cucchiaino dopo cucchiaino. Quando avrete finito e i bignè saranno sfornati e raffreddati vi sembrerà che la crema non debba bastare, ma basterà.

Bignè al lemon curd

Riempite i bignè uno ad uno con la sac a poche, facendo un buchino sul lato.

Bignè al lemon curd

Spolverate di zucchero a velo e riempitevi di orgoglio. Sono bellissimi, perfetti per festeggiare le piccole cose che rendono la vita meravigliosa e dolce.

Bignè fatti in casa al lemon curd
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Autore:
Ingredienti
  • Scorza di 4 limoni non trattati
  • 150 gr zucchero
  • 60 ml di succo di limone
  • 2 uova
  • 60 gr di burro tagliato a cubetti
  • 1 pizzico di sale
  • 120 ml di panna da montare
  • 240 ml di acqua
  • 113 gr di burro
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 125 gr di farina
  • 4 uova grandi
  • Zucchero a velo
Procedimento
  1. Per preparare il lemon curd grattugiate la scorza di limone e mescolatela allo zucchero con la punta delle dita, fino a quando non avrete liberato gli oli essenziali.
  2. Aggiungete il succo di limone, le uova, il sale, mescolate bene e poi aggiungete anche il burro tagliato in piccoli cubetti.
  3. Versate la crema in un pentolino e fate a cuocere a bagnomaria per una decina di minuti, mescolando continuamente. Quando si sarà addensata, toglietela dal fuoco e lasciate raffreddare in frigorifero.
  4. Riscaldate il forno a 200 C° e foderate una teglia con carta da forno.
  5. Per preparare i bignè mettete l’acqua, lo zucchero, il sale e il burro in una pentola: portate a bollore e poi abbassate la fiamma.
  6. Aggiungete la farina e mescolate velocemente e vigorosamente con un cucchiaio di legno: l’impasto sarà pronto quando avrà formato una pasta densa e lucida che si staccherà dalle pareti della pentola, dopo tre minuti circa.
  7. Trasferite l’impasto in una ciotola capiente e lasciate che si raffreddi un po’, mescolando con un cucchiaio di legno. Poi aggiungete le uova, una alla volta.
  8. Mettete l’impasto nella sac à poche con il beccuccio liscio e date forma ai bignè.
  9. Infornate per una decina di minuti, poi girate la teglia, abbassate la temperatura a 175 C° e lasciate ancora in forno una quindicina di minuti.
  10. Mentre i bignè cuociono, potete preparare la crema al limone. Montate la panna e incorporatela delicatamente al lemon curd.
  11. Riempite i bignè uno ad uno con la sac a poche, facendo un foro sul lato.
  12. Spolverate di zucchero a velo. I bignè sono perfetti serviti il giorno stesso (il secondo giorno si inumidiscono e perdono un po’ in consistenza).
 

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “Bignè fatti in casa al lemon curd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: